CONTRIBUTO FOTOGRAFICO DI WLADIMIRO SPERANZONI